Diagnosi di duodenite, diagnosi

Diagnosi di duodenite Per uno specialista gastroenterologo, i pazienti tendono, di regola, a lamentarsi delle sensazioni dolorose nella regione epigastrica. Possono essere entrambi doloranti e acuti. A volte il dolore è angosciante. Inoltre, a volte i pazienti lamentano una debolezza generale o una sensazione di gonfiore alla fine del pasto. Tali sintomi indicano, di regola, una diagnosi come la duodenite. In alcuni casi, ci sono lamentele di segni concomitanti della malattia( bruciore di stomaco, nausea, disturbi della defecazione, vomito, completa mancanza di appetito o attacchi non sostenuti di fame).Diagnosi di

alla prima visita di un medico

Diagnosi di duodenite Se si sospetta una diagnosi di duodenite, lo specialista eseguirà la palpazione addominale. Particolare attenzione è rivolta, ovviamente, al dipartimento epigastrico. Questo reparto si trova appena sotto la gabbia toracica tra le costole, ma sopra l'ombelico. Cioè, in effetti, è la proiezione dello stomaco e del duodeno sulla parete anteriore della cavità addominale. Dura

nte la palpazione dell'addome, il gastroenterologo, di regola, scopre sensazioni dolorose nell'area corrispondente alla proiezione del duodeno. Questo indica una possibile duodenite.

La malattia è piuttosto varia. Di regola, il quadro clinico classico di questa malattia nella medicina pratica è estremamente raro. Inoltre, con la duodenite cronica, c'è un decorso simultaneo della malattia con altre malattie altrettanto pericolose. Al fine di diagnosticare la forma acuta di duodenite, a volte, è sufficiente prestare attenzione ai sintomi di intossicazione. Ma, di regola, per rendere la diagnosi più accurata, è estremamente importante condurre una diagnosi differenziale strumentale.

Diagnosi della duodenite con metodi strumentali

La duodenite è una diagnosi La duodenoscopia è uno studio del duodeno con un endoscopio. Questo metodo consente di determinare il numero, nonché la qualità delle zone infiammatorie sulla mucosa, nonché altre condizioni patologiche. Questo mezzo di ricerca è considerato il più importante per una diagnosi accurata.

La fibrogastroduodenoscopia è una delle varianti del metodo di indagine endoscopico. Grazie a questo metodo, il gastroenterologo può ottenere un'immagine sufficientemente precisa dell'oggetto di studio sul monitor di un computer. Inoltre, è possibile registrare un disco con video e foto dei risultati di questo studio. Anche questo metodo ti permette di fare una biopsia. Una biopsia è una procedura che coinvolge il campionamento di un campione di tessuto mucoso per condurre ulteriori studi con esso. Quindi, la natura del danno è determinata.

pH-metry dell'esofago è uno studio che mira a determinare l'acidità del succo gastrico, così come altri contenuti del tratto gastrointestinale. Per fare questo, una sonda speciale viene inserita attraverso l'esofago per disegnare il fluido. Inoltre, per la procedura, è necessario che il paziente non mangi nulla, e ha anche preso farmaci speciali. Dopo un recinto di una spesa liquida, come in un esofago, e in uno stomaco, e in un intestino.

La manometria antromodenale è una procedura che consente di valutare le capacità motorie e di determinare la pressione nelle sezioni superiori del tratto gastrointestinale. Questo studio è condotto in diverse versioni e tecniche. Tutto dipende da cosa è necessario per determinare il gastroenterologo.

Nella diagnosi di duodenite vengono anche condotti studi simultanei di altri organi digestivi per stabilire una diagnosi più accurata.

  • Condividere